Il VA.LO.RE. della sostenibilità

La fiera Green Logistics Expo di Padova è stata un’opportunità per approfondire i temi relativi al VA.LO.RE della sostenibilità nell’ambito dell’immobiliare logistico.

Camillo Mastrolorenzo, direttore tecnico della divisione KONTRACTOR by Kopron, ne ha parlato durante il congresso del 6 ottobre.

Cosa si intende per operazione immobiliare sostenibile?

Nel corso degli ultimi anni, il concetto di sostenibilità in ambito logistico è stato oggetto di studio non solo da parte delle aziende operative nel settore ma anche da università e centri di ricerca.

Un esempio è la ricerca dell’OSIL (Osservatorio Sull’Immobiliare Logistico) dell’università LIUC di Castellanza, che ha condotto uno studio insieme a diversi stakeholders della filiera dell’immobiliare logistico, tra cui KONTRACTOR by Kopron in qualità di General Contractor, che ha portato alla nascita di un modello di rating, chiamato VA.LO.RE, per valutare il livello green di un magazzino logistico.

Camillo Mastrolorenzo, durante il suo intervento come relatore, spiega come la sostenibilità non sia solo Environment ma anche Social e Governance (ESG).

« La sostenibilità di un progetto è possibile solo quando tutti gli attori del processo ottengono il loro risultato. Dobbiamo lavorare tutti insieme (dal cliente ai subappaltatori) affinché tutta la filiera sia rispettata e soddisfatta. Bisogna procedere facendo in modo di mettere a disposizione della società il nostro know how ricordando che tutto ciò che facciamo oggi resterà nelle mani dei nostri figli. La sostenibilità, quindi, non è più una scelta ma un asset competitivo del business aziendale. È la responsabilità d’impresa verso l’ambiente, il territorio e le future generazioni»

Camillo Mastrolorenzo | Direttore Tecnico Kontractor by Kopron

Costenibilità: l'aspetto economico ha la sua importanza

Anche l’aspetto economico ha il suo peso. L’ing. Mastrolorenzo definisce questo aspetto: costenibilità del progetto. In una situazione di mercato dall’aumento de prezzi dell’energia e dal rincaro delle materie prime, è importante fare ricerca e trovare insieme soluzioni, tecniche e metodi condivisi che permettano agli investitori di rientrare nei budget progettuali (tenendo in considerazione che la costruzione incide circa il 75% dell’operazione immobiliare).

In questo contesto, il dialogo con le università è fondamentale perché quest’ultime possono diventare i giusti interlocutori per arrivare alle istituzioni e sensibilizzare l’intervento dello Stato per eventuali aiuti al settore e/o la promozione di leve fiscali per chi investe sulle tecnologie green.

Per ulteriori approfondimenti, leggi il nostro articolo sul webinar del 8 aprile, patrocinato da Assologistica e intitolato  La logistica come valore aggiunto per il territorio: costruire immobili funzionali nel rispetto dell’ecosistema e della realtà urbana. Opinioni e strategie a confronto.